Ho praticato sin da ragazzina nuoto a livello agonistico, sci, pallavolo, tennis, pallamano e sul mio percorso ho incontrato lo yoga casualmente negli anni ‘70. Da quel momento ho continuato a studiare e approfondire questa disciplina e successivamente questo interesse si è trasformato in una vera passione.

Successivamente ho cambiato la mia vita e mi sono dedicata allo studio per diventare insegnante di Ashtanga Yoga con il Maestro Fabrizio Boldrini.

Ho partecipato a numerosi workshop con maestri di fama internazionale quali Graeme Northfield, Thomas Zorzo, Anna Inferrera, Andrea Boni, Jacopo Ceccarelli.

Ho conseguito anche l’attestato di istruttrice I livello di Pilates Matwork.

Al Centro propongo l’Ashtanga Vinyasa Yoga che è una pratica yoga molto dinamica che consiste in sequenze fisse di asana (posture), concatenate l’una all’altra tramite il sistema del Vinyasa, ossia la coordinazione tra un singolo atto respiratorio e un preciso movimento.

Questa pratica comprende anche delle contrazioni muscolari che servono per direzionare il flusso di energia vitale ed evitarne la dispersione (dette Bandha).

La tecnica respiratoria utilizzata (ujjayi) si caratterizza per un leggero restringimento della glottide che produce un suono simile alle onde del mare che serve a riscaldare il corpo e favorire l’interiorizzazione.

L’obiettivo è l’ascolto profondo e consapevole del corpo, che crea una vera e propria meditazione in movimento e rende calma e lucida la mente.

E’ una tipologia di yoga che sincronizza il movimento dinamico con il respiro per migliorare la circolazione del sangue e produrre un calore interno che genera sudore e brucia le tossine purificando l’organismo.