Shiatsu

Shiatsu, la ricerca dell’equilibrio

Shiatsu, la ricerca dell’equilibrio

Lo Shiatsu è una disciplina olistica nata in Giappone nel secolo scorso e basa le proprie fondamenta sulle antiche teorie della Medicina Tradizionale Cinese. Il nome significa letteralmente “pressione“, che viene effettuata con diverse parti del corpo, come dite, mani, gomiti e ginocchia e serve per riequilibrare l’energia lungo i merdiani. Questa tecnica si basa sulla concezione energetica tipica della medicina cinese tradizionale, in cui un individuo può accusare uno stato di malessere soprattutto dove l’energia è in eccesso.

Quando si parla di Shatsu, si parla di una pratica manuale che agisce sul flusso energetico dell’essere umano. Non è un massaggio: si effettua tramite pressioni con il pollice, il palmo della mano e, talvolta, con gomito e ginocchio. L’operatore lavora prevalentemente in ginocchio, mentre il ricevente è sdraiato a terra su un comodo futon e rimane interamente vestito.

L’operatore lavora sulle zone che manifestano un bisogno di sblocco o di attivazione dell’energia, ascoltando, attraverso la pressione, i cambiamenti che si attuano nel corpo del ricevente e modulando il trattamento sulla base di un dialogo non verbale che pone l’attenzione ai bisogni del corpo ai suoi messaggi. Per questa ragione è necessario che il trattamento si svolga in una condizione di calma e silenzio.

A seconda del bisogno personale può essere avvertita una profonda e piacevole leggerezza oppure la sensazione di una intensa energia vitale grazie ad un effetto tonificante. Il ricevente, come primo effetto, acquisisce una maggiore consapevolezza corporea, oltrepassando la semplice percezione del sintomo ed accedendo al proprio vissuto emotivo.

Il trattamento si svolge in una condizione di calma e silenzio: l’operatore intraprende con il ricevente un dialogo non verbale che pone l’attenzione ai bisogni del corpo e ai suoi messaggi. Il ricevente, come primo effetto, acquisisce una maggiore consapevolezza corporea, oltrepassando la semplice percezione del sintomo ed accedendo al proprio vissuto emotivo.

Shiatsu, gli effetti benefici

Le tecniche di shiatsu consentono una larga serie di benefici dunque, che vanno dal rilassamento al vigore muscolare, dall’annullamento dello stress al ripristino dell’energia sopita in determinate parti del corpo, dalla rieducazione del muscolo alla cura del benessere psicofisico globale.

Alcune tecniche consentono anche una valida forma di prevenzione, suggerendo un intervento di contatto finalizzato alla correzione di un disequilibrio organico. Lo Shiatsu nasce come tecnica di prevenzione, ma è anche un validissimo aiuto contro lo stress e le tensioni muscolari, inoltre rinforza le aree più deboli e regola le funzioni degli organi interni, incluso il sistema immunitario. Questa pratica si rivolge quindi sia a quelle affezioni che sono al limite tra il psichico e il somatico (ansia, depressione, ecc.), sia a quelle turbe provocate da un disordine della funzionalità organica (emicranie, gastriti, disturbi mestruali, ecc.), come pure ai disturbi dell’apparato scheletrico e muscolare (cervicalgie, lombalgie, ecc.).

Attraverso il meccanismo di riequilibrio attivato dal corpo grazie alle pressioni, si ottiene una profonda sensazione di benessere fisico, mentale e spirituale e si stimola la capacità di auto- guarigione. I cambiamenti riscontrati con più frequenza riguardano la qualità della vita nella sua globalità: sonno, appetito, umore, relazioni con gli altri, rilassamento fisico e psicologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.