La Scrittura è, anche in un’era digitale come la nostra, un’importante forma di comunicazione, che ci consente di esprimere qualcosa oltre il contenuto del testo, parla di noi stessi.
Oggi nell’ambito scolastico e dei Dsa, una “cattiva scrittura” è spesso sottovalutata.
La disgrafia è una difficoltà specifica nello scrivere a mano, lettere o numeri, senza avere deficit intellettivi o neuronali.
Una scrittura illeggibile o brutta, ha ricadute sul bambino, sia a livello prestazionale, tende a scrivere poco anche quando richiesto di più, che emotivo, si sente arrabbiato, mortficato e frustrato nel non riuscire a rispondere in modo adeguato a questa prestazione, fondamentale in età scolare, portandolo a dire NON MI PIACE SCRIVERE.
Ma si possono aiutare i nostri bimbi con difficoltà grafomotorie o con una scorretta impugnatura dello strumento grafico?
Si, attraverso una figura specializzata come il rieducatore del gesto grafico presente nella nostra Equipe.
Diana De Carlo, insegnante-grafologa- rieducatrice del gesto grafico, aiuterà, attraverso percorsi individuali e personalizzati il vostro bambino con una “brutta scrittura”o con una scorretta impugnatura a ritrovare il loro codice comunicativo ed il piacere di scrivere.
Non faccio una diagnosi medica ma funzionale. Il percorso riabilitativo non costringe il bambino a cambiare radicalmente la sua scrittura, ma rieduca gradualmente il gesto e la mano. Il fine per il bambino è il piacere di ritrovare la sua scrittura, non quello che non ci aspettiamo che sia!

Durante la rieducazione fisico muscolare facciamo esercizi di motricità anche fine per la mano scrivente, rilassamento o tonificazione della stessa. Nella fase di rieducazione del gesto grafico lavoro con le forme di prescrittura, che scaturiscono da un’unica forma, fondamentale la “coppa” di Olivaux, questo è il gesto base della scrittura.

Lavoro poi con i tracciati scivolati, sempre di De Ajuliaguerra nell’esecuzione dei quali, oltre ad un importante percezione tattile dell’avambraccio con il foglio, vi è attraverso il gioco l’apprendimento del corretto gesto grafico.

Quanto può durare un percorso di rieducazione della scrittura?
La durata del trattamento è difficile da definire, generalmente si ottengono buoni risultati dopo circa 15-20 sedute e sono sempre positivi: oltre al miglioramento della scrittura si producono effetti “laterali” come:

• il miglioramento del rendimento scolastico
• una migliore autostima
• … e finalmente il piacere di scrivere.

L’esperta del nostro Centro è la Dott.ssa Diana De Carlo. Potete contattare il numero 344.1687150 o scrivere a info@spazioconnessioni.it per maggiori informazioni o per sottoporre una vostra situazione.