Nasce a Como il 18 ottobre 1987. Consegue la laurea magistrale in Filologia Moderna con una tesi sul Teatro Sociale con Claudio Bernardi. Studia come attrice presso la scuola Quelli di Grock con Debora Virello, Maurizio Salvalalio, Gaddo Bagnoli e Fernanda Calati; frequenta il Laboratorio di formazione e studio permanente La città che vorrei, promosso dalla Compagnia Atir, in collaborazione con Paolo Rossi, Baby Gang, Laura Curino e Fattoria Vittadini. Segue seminari professionalizzanti di recitazione, regia e drammaturgia con diversi artisti tra i quali Raul Iaiza, John Strasberg (a New York), Gabriele Vacis, Spiro Scimone.
Si occupa di teatro sociale e di formazione promuovendo attività presso istituti scolastici di ogni ordine e grado e presso comunità terapeutiche e strutture socio-sanitarie (Como, Lecco, Milano). Dal 2010 gestisce laboratori di teatro presso il Presidio di Comunità Terapeutiche di Asso (Azienda Ospedaliera Sant’Anna di Como) rivolti a minori con disturbi della sfera cognitiva, affettiva e relazionale e alle ragazze del Centro di Disturbi del Comportamento Alimentare, con cui collabora in diversi progetti terapeutici e di prevenzione. Dal 2012 al 2015 ha, inoltre, lavorato come attrice e operatrice teatrale per il Teatro del Buratto di Milano.
È autrice, regista e attrice dello spettacolo In Bilico e attrice tratto dal libro da lei scritto Verso dove nasce il sole (Edizioni Nuovi Autori, Milano, 2010); è attrice, coregista e collabora alla stesura della drammaturgia di Bella da Morire di Ylenia Santo e di Untitled Keith (quello degli omini) di Saverio Trovato. Collabora con diverse compagnie tra cui Il giardino delle Ore di Erba e Il Teatro dei Navigli di Abbiategrasso (tra le ultime produzioni, è Dorina ne Il Tartufo di Moliere, regia di Edoardo Lomazzi, produzione Il Teatro dei Navigli). Da anni si occupa, inoltre, di teatro ragazzi (tra le ultime produzioni, Lo strano caso di una bambina che aveva paura e incontrò una biblioteca in collaborazione con Benedetta Brambilla; Game Over, produzione giardino delle ore; Il soldatino di Stagno, con la regia di Luca Cairati, produzione Teatro dei Navigli.

Dal 2017 collabora col Centro Spazio Connessioni presso lo Studio Egle.

Co-conduce il percorso “Disturbi alimentari, percorso di supporto ai familiari“.