Che differenza c'è tra allergia e intolleranza alimentare? Quali alimenti sono coinvolti?

Che differenza c’è tra allergia e intolleranza alimentare? Quali alimenti sono coinvolti?

 

Allergia e intolleranza sono due reazioni completamente diverse che vengono spesso sovrapposte ed associate nel campo alimentare a causa di sintomi che, per certi versi, possono essere simili. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento.

 

Che cos’è un’allergia alimentare? 

Si definisce allergia alimentare la reazione del sistema immunitario che si scatena in risposta all’alimento che viene introdotto nel corpo. La risposta allergica quindi parte direttamente dal sistema immunitario che, non riconoscendo l’alimento, si attiva e produce anticorpi per proteggersi da esso. 

Quali sono i cibi che causano allergia? 

La FAO (Food and Agricolture Organization), ha individuato i principali alimenti che sono causa del 90% delle reazioni allergiche che sono: 

 

  1. le uova
  2. Il latte 
  3. le arachidi 
  4. le noci 
  5. il pesce 
  6. i molluschi
  7. la soia 

 

Molti individui inoltre possono essere allergici alla frutta fresca. Questi cibi, in base allo stadio di allergia, possono provocare reazioni allergiche come congestione nasale, prurito, tosse, asma, orticaria e dermatiti, fino allo shock anafilattico

 Che differenza c'è tra allergia e intolleranza alimentare? Quali alimenti sono coinvolti?

Che cos’è una intolleranza alimentare? 

Si definisce intolleranza alimentare l’incapacità del corpo di tollerare un determinato alimento a causa di una carenza enzimatica. Il sistema immunitario in questo caso non viene coinvolto, ma l’organismo reagisce comunque ribellandosi all’alimento in quanto non riesce a digerirlo come dovrebbe. L’intolleranza alimentare è un disturbo dove quindi ha influenza la quantità dell’alimento assunto.   

Quali sono i cibi che causano maggiori intolleranze?

 I principali cibi causa di intolleranze alimentari sono invece: 

 

  1. latte 
  2. glutine 
  3. solfiti – contenuti di solito in frutta secca, vino, condimenti e verdure in scatola

 

Le reazioni più comuni delle intolleranze alimentari sono gonfiore e dolore addominale, diarrea o stitichezza, mal di testa, affaticamento, ansia e asma. 

 

Conclusioni

Allergie e intolleranze alimentari possono rappresentare spesso un problema per la persona e rendere difficile l’individuazione di alternative per la sua nutrizione. 

La figura del dietologo in questo senso lavora a stretto contatto con l’allergologo, nel definire una dieta ad hoc che possa sostenere la persona in tutte le sue attività, bilanciando i potenziali scompensi nutrizionali provenienti dalla mancanza forzata di un determinato alimento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *