SMART WORKING osteopata

COVID E SEDENTARIETA’: l’osteopatia viene in aiuto

Scopri come l’osteopatia può aiutarci a migliorare la nostra condizione fisica durante lo smart-working


La nostra realtà nel periodo covid è completamente cambiata, in particolar modo le modalità di lavoro.

Ad oggi si cerca sempre più una soluzione smart-working, molto sicura e utile per risparmiare tempo. Sebbene spesso sia la scelta più comoda, include dei notevoli svantaggi.

Un problema che ultimamente sta emergendo, è infatti l’eccessiva sedentarietà a cui ci stiamo abituando. Sempre di più infatti le persone lamentano sintomi quali cervicalgia, lombalgia ed in generale un affaticamento cronico.

La troppa sedentarietà porta infatti ad una diminuzione del tono della muscolatura.
I nostri muscoli senza esercizio perdono forza in brevissimo tempo, peggiorando la loro funzione di ‘sostegno ’ allo scheletro.
Con una muscolatura debole, aumenterà così il carico sui dischi e sulle articolazioni in generale. Inoltre, una buona funzionalità muscolare è fondamentale per il ruolo di ’pompa periferica’ necessaria per il drenaggio linfatico e una buona circolazione.

In queste circostanze il ruolo dell’osteopata può aiutarci a migliorare la nostra condizione fisica e consigliarci i giusti esercizi per stare meglio in autonomia.

Come?

L’osteopata lavorerà sulle zone di maggior rigidità e sofferenza del corpo, ripristinando la migliore funzionalità strutturale. Si agirà nello specifico sulla risoluzione di tutti quei dolori muscolari, articolari e posturali.

Per chi svolge una vita sedentaria pianificare una serie di incontri con l’osteopata può aiutare ad avere una miglior qualità della vita e prevenire numerose problematiche.


Per qualsiasi informazione vi invito a contattare il centro ‘spazio connessioni’ al numero: 3441687150